Honeymoon: Paradisi Tropicali

Tante idee e spunti per viaggiare in tutto il mondo

Honeymoon: Paradisi Tropicali

Honeymoon: Paradisi Tropicali
Madagascar

Le spettacolari immersioni a Nosy Be in Madagascar, nuotare nei cenotes di Cuba e specchiarsi nelle acque dello dello Yucatan. Perdersi fra le acque delle Maldive o sciogliere il grande dilemma Seychelles o Polinesia?

Nell’immaginario collettivo i paradisi tropicali sono di spiaggia bianca e impalpabile, mare blu che più blu non si può, palafitte a filo d’acqua dove meditare nell’incanto della natura.  Dall’Oceano Indiano al Mar dei Caraibi i paradisi esotici hanno caratteristiche uniche.

cuba, caraibi, wednews

La Repubblica di Cuba è costituita da un arcipelago di ben 4.195 isole e isolotti minori, denominati “cayos” nella lingua locale. Le sue coste sono bagnate dalle acque del Mar dei Caraibi e dell’Oceano Atlantico, mentre l’influenza delle arie calde provenienti dal Golfo del Messico rendono il suo clima tipicamente tropicale. La millenaria cultura di questo straordinario Paese è caratterizzata dallo spirito frizzante e fortemente indipendente che contraddistingue i suoi abitanti: la peculiarità della sua storia, infatti, rende Cuba un gioiello di esperienze senza tempo, in grado di regalare emozioni fortissime per paesaggi, cultura, gente, musica e sapori.

 

Maldive, Caraibi, Polinesia e Madagascar.

Le Maldive sono perfette per chi cerca una vacanza di puro relax: qui l’orizzonte del mare si unisce  impercettibilmente al cielo; l’acqua è calda e limpida; il contatto con la natura assoluto. O in Madagascar dove l’acqua è cristallina e la sabbia inequivocabilmente bianca. E, carattersistica pressoché assoluta, non trasmette calore e rimane fresca.

I Caraibi hanno un clima tropicale che è possibile dividere in due principali stagioni annuali: la stagione secca e quella umida. Le temperature sono perfette e si attestano su una media annuale di 25 gradi con un’escursione termica da una stagione all’altra di circa 3°C o 5°C, garantendo un mare sempre gradevolmente caldo. La Seven Mile Beach (Grand Cayman) è la spiaggia caraibica per eccellenza. Pareti verticali, scogliere sommerse, grotte e relitti di antiche navi affondate fanno delle Cayman un luogo leggendario tra i subacquei, e l’arcipelago di Los Roques vanta una biodiversità unica, con 60 specie di coralli (l’unica isola turistica è Gran Roque).

caraibi, honeymoon, wednewsNello Yucatán sotto il sole della Riviera Maya ci si può rilassare in mezzo all’acqua chiarissima. Tappa d’obbligo è Playa del Carmen o Akumal, dove si danno appuntamento le tartarughe che, tra aprile e ottobre, nuotano a pochi metri dalla riva e, di notte, risalgono il bagnasciuga per deporre le uova.

Le Seychelles sono tutto un altro mondo. La nazione è un arcipelago di 155 isole tropicali, alcune di granito e altre di corallo, la maggior parte delle quali sono piccole e disabitate. L’arcipelago ha spiagge mitiche (Anse Source d’Argent a La Digue) che rapiscono: con i suoi graniti grigio-rosa che disegnano un paesaggio unico al mondo e con le splendide foreste di mangrovie.

La Polinesia, invece, è splendida per fare snorkeling o diving spettacolari, lasciandosi trasportare dalle tranquille acque interne. Anche il bagno con le razze nelle basse acque della laguna di Moorea è un’esperienza unica.

Alle Mauritius troverete le spiagge bianche (come Flic en Flac Beach), mari di canna da zucchero, montagne scolpite dall’erosione, delfini che nuotano non lontani dalle rive e i maestosi picchi di roccia basaltica ricoperta di vegetazione, circondata da una laguna da film.  Per questo Le Morne, la penisola a sud di Mauritius, è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO

 

Per le vostre letture sotto l’ombrellone consigliamo

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.